Mobile Commerce Italia 2015: i dati del primo trimestre del report State of Mobile Commerce di Criteo

Il Report di Criteo fotografa consumatori sempre più predisposti agli acquisti da mobile. La maggior parte delle transazioni da mobile avviene oggi tramite smartphone in Italia, il 55% delle transazioni da mobile nel settore retail e il 56% nel travel avviene tramite smartphone

mobile shopping italia 2015_01

Criteo, azienda tecnologica specializzata in performance advertising, ha pubblicato la nuova edizione del report State of Mobile Commerce, relativa al primo trimestre del 2015. Lo studio rivela che più di un terzo delle transazioni di eCommerce a livello globale avviene oggi tramite dispositivi mobili. Un dato significativo che si affianca al crescente utilizzo degli smartphone, che stanno diventando i dispositivi mobile prevalenti, andando a sostituire l’utilizzo dei tablet e condizionando così le scelte degli inserzionisti, il cui successo dipenderà sempre di più dalla loro capacità di offrire siti mobile efficaci e ottimizzati.

“Il commercio da mobile sta crescendo a dismisura”, ha affermato Jonathan Wolf, Chief Product Officer di Criteo. “Solo negli ultimi tre mesi si è verificato un incremento del 10% delle transazioni da mobile negli Stati Uniti. La maggioranza delle transazioni in mobilità avviene oggi tramite smartphone e l’aumento delle dimensioni dello schermo, così come la presenza di siti mobile ottimizzati, non possono che accelerare questa tendenza.”

I risultati del report si basano sulle analisi realizzate da Criteo esaminando i dati sulle singole transazioni relativi a più di 160 miliardi di dollari di vendite a livello globale. Dal report emergono i seguenti punti chiave:
Le transazioni da mobile negli Stati Uniti sono cresciute del 10% negli ultimi tre mesi: la crescita è continua in tutte le categorie merceologiche, con il top quartile dei retailer che continua a performare meglio rispetto agli altri.
E’ tutta questione di smartphone. La maggior parte delle transazioni da mobile negli Stati Uniti e in altri paesi avviene ora tramite smartphone, con l'eccezione di Germania e Gran Bretagna. Le ragioni della crescita risiedono nel crescente livello di propensione all'acquisto e in schermi di dimensioni maggiori. In Italia, il 55% delle transazioni in mobilità nel settore retail avviene tramite smartphone (vs 45% da tablet) e la percentuale sale a quota 56% per il travel (vs 44% da tablet).
Non ci sono limiti. Il mobile rappresenta ora la maggior parte delle transazioni eCommerce in Giappone e Corea del Sud. Entro la fine del 2015, la percentuale delle operazioni eCommerce mobile raggiungerà il 33% negli Stati Uniti e il 40% a livello globale. In Italia attualmente il 26% delle transazioni nel settore retail e il 21% nel settore travel avviene via mobile.
Il mobile conversion funnel. I consumatori oggi vedono la stessa quantità di prodotti su desktop e smartphone, ma con minore add-to-basket e percentuale di acquisto su smartphone. In Italia il tasso di conversione del mobile si attesta su una media dell’1.6%.

“L'enorme crescita delle transazioni da mobile rispetto al trimestre precedente dimostra che i consumatori sono ormai propensi all’acquisto tramite smartphone in tutte le categorie merceologiche", ha aggiunto Wolf. “Non c'è davvero limite a questa crescita – il mobile rappresenta ormai più della metà di tutte le transazioni eCommerce nei mercati avanzati come Giappone e Corea del Sud.”

Il report completo è disponibile qui.

LEGGI ANCHE

State of Mobile Commerce 2014: la ricerca di Criteo misura il potere d’acquisto generato dai dispositivi mobili

Trends eCommerce 2015: dal Webrooming allo Shopping da Mobile, le previsioni di Criteo

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 43 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO