Mobile commerce 2015: la Top 10 delle regioni mobile-oriented secondo vente-privee

La Multicanalità è ormai la chiave di volta dei nuovi processi d’acquisto, le nuove frontiere dell’e-commerce tracciano la strada che passa attraverso un’esperienza d’acquisto declinata su tutti i device. Sul blog di IAB Italia i risultati della ricerca di vente-privee sul mobile commerce

vente-privee com_Mobile_Shopping1_copyright_shutterstock_Fotograf_MJTH

La Multicanalità è ormai la chiave di volta dei nuovi processi d’acquisto, le nuove frontiere dell’e-commerce tracciano la strada che passa attraverso un’esperienza d’acquisto declinata su tutti i device. Il cliente finale vuole poter fare shopping in mobilità e in qualsiasi momento della giornata: l’m-commerce e lo sviluppo di dispositivi di ultima generazione come smartphone e tablet sta diventando sempre più importante.

Il mobile è sempre più significativo anche per il sito di vente-privee, pioniere e leader delle vendite-evento online: il 44% del fatturato e il 65% del traffico sono infatti generati tramite dispositivi mobile. Il sito ha deciso di analizzare il traffico generato da smartphone e tablet stabilendo la Top Ten delle regioni più connesse via mobile in Italia.

Se nella classifica delle regioni sono la Lombardia e Milano a primeggiare per il più alto numero di iscritti al sito, quando si tratta di mobile Roma e il Lazio non hanno rivali: al primo posto infatti nella Top Ten delle regioni più attive via mobile c’è infatti proprio la regione della Capitale, seguita da Lombardia e Piemonte. Se infatti a Milano, la città del business, si fa shopping online mescolando l’accesso tradizionale dal pc con i dispositivi mobili a seconda degli orari, a Roma lo smartphone è in assoluto il miglior alleato dei web shopper che lo utilizzano
non solo per controllare la posta o comunicare attraverso programmi di messaggistica istantanea ma anche per informarsi ed acquistare in mobilità in qualsiasi momento della giornata.

Tra le categorie più acquistate su vente-privee dagli abitanti del Lazio quelle legate agli accessori (borse, occhiali da sole), high-tech vino e gastronomia, mentre tra i settori più acquistati dai lombardi soprattutto abbigliamento (donna, bambino, uomo), lingerie, vino e biglietti
per spettacoli. Se il podio sembra diviso tra Nord e Centro, anche il Sud e le Isole però si dimostrano regioni mobilefriendly: le isole soprattutto occupano il settimo (Sicilia) e il nono posto (Sardegna), mentre Campania e Puglia l’ottava e la decima posizione. Tra i settori preferiti dai siciliani soprattutto abbigliamento, gioielli e calzature per bambini , mentre i sardi acquistano soprattutto jeanswear, scarpe e orologi.

Se il futuro dell’e-commerce è all’insegna della Multicanalità, la rilevanza del mobile continua a crescere. Andreas Schmeidler, Country Manager Italia di vente-privee, commenta così: “Internet ha rimesso il cliente al centro e lo ha reso più libero e informato: con il mobile si realizza un’ esperienza d’acquisto accessibile sempre e ovunque, integrata in un’ottica multicanale”. Continua Schmeidler: “Dai dati elaborati da vente-privee emerge come il mobile sia ormai diventato una realtà integrata nella quotidianità dei nostri soci: in Italia, il 65% del traffico quotidiano di vente-privee è generato infatti da dispositivi mobili. Lo smartphone è una vera bacchetta magica del consumo”.

vente-privee com_Mobile_Shopping1_copyright_shutterstock_Fotograf_Andresr

LEGGI ANCHE

Trends eCommerce 2015: dal Webrooming allo Shopping da Mobile, le previsioni di Criteo

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 18 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO